Rooibos: un tesoro dal Sud Africa

Rooibos: un tesoro dal Sud Africa

Pubblicato da: 15/09/2015 14:18:38
Categorie: Alternative al Tè

Per generazioni, le popolazioni locali del Sud Africa hanno utilizzato le piante spontanee come rimedi naturali. Nel 1700, un botanico svedese scoprì che i Boscimani nativi utilizzavano le foglie raccolte da un cespuglio sudafricano (Red Bush), preparandole in un modo molto simile al té. La bevanda che ne risulta è un infuso di erbe chiamato rooibos (pronunciato roi-boss), che è la traduzione Afrikaans di "redbush" (Rooi = rosso e bos = cespuglio).

Spesso definito erroneamente "tè rosso", il Rooibos non deriva dalla Camelia Sinensis, poco dopo la sua scoperta si diffuse in tutto il Sud Africa e, oggi, è diffuso in tutto il mondo.

Il Rooibos è tipicamente coltivato e raccolto in una regione montagnosa del Sud Africa, chiamata Cederberg. Dopo la raccolta, le foglie vengono lavorate utilizzando dei rulli per iniziare la fermentazione. Proprio come nel caso del Tè, per il quale si distingue tra tè verde e tè nero,  anche in questo caso possiamo parlare di Rooibos rosso e verde (in quest'ultimo caso le foglie non vengono ossidate al sole).

Gli antiossidanti, polifenoli e flavonoidi sono abbondanti nel Rooibos ed aiutano ad eliminare i radicali liberi dal corpo, offrendo al contempo svariati effetti benefici per la salute. Nelle società tradizionali sudafricane, si utilizza per ridurre il livello di colesterolo e zuccheri.

Inoltre, l'acido glicolico e lo zinco di cui è ricco, aiutano a proteggere la pelle, mentre calcio, manganese e fluoro permettono di mantenere una buona struttura ossea. Molto piacevole al palato, il Rooibos ha un gusto rinfrescante, con un corpo pieno e note che ricordano la nocciola. Il colore è bordeaux intenso, il profumo deciso ha delle note legnose. Il Rooibos rappresenta un'ottima alternativa al Tè, agli infusi e alle tisane.

Non derivando dalla Camelila Sinensis, è naturalmente privo di teina, consigliato quindi anche per bambini ed anziani. Durante l'infusione, il Rooibos non rilascia tannini ed è quindi perfetto da lasciar raffreddare e consumare anche dopo parecchie ore.

Il metodo per la sua preparazione è molto semplice: - Utilizzare un'acqua di qualità, portandola ad ebollizione; - Misurare un cucchiaino colmo di Rooibos (circa 2,5g) per tazza; - Infondere per un tempo superiore ai 5 minuti; - Filtrare e sorseggiare a piacere.

Condividi questo contenuto

You must be registered

Clicca qui per registrarti

Aggiungi un commento

Iscriviti alla nostra newsletter

Per te subito uno sconto del 10%




Hai qualche dubbio? Consulta le FAQ